News

Contratto di locazione: quali sono i passi da fare dopo la stipula?

Nel vasto mondo degli affitti e delle locazioni capita spesso che l’agente immobiliare si trovi ad avere a che fare con “finti esperti” del settore.

In particolare si pensa che una volta stipulato e registrato all’Agenzia delle Entrate, un contratto non necessiti di ulteriori “aggiustamenti”, ma non è così.

E’ possibile, e a volte necessario, effettuare ulteriori adempimenti successivi quali:

  • Versamenti per annualità successive
  • Proroga
  • Cessione
  • Risoluzione

Analizziamoli in dettaglio per capire quando e con che modalità ciascuno di essi va comunicato:

Versamento per l’annualità successiva

In regime ordinario ed entro 30 giorni dalla scadenza di ogni annualità contrattuale, è obbligatorio versare all’Agenzia delle Entrate l’imposta di registro (la stessa versata per la registrazione, imposta di bollo esclusa), sempre divisa al 50% tra locatore e conduttore. Se tutti locatori hanno optato per il regime della Cedolare Secca l’imposta di registro per l’annualità successiva non è dovuta.

Proroga

La proroga è il prolungamento della durata del contratto per un periodo ulteriore che deve essere obbligatoriamente comunicata all’Agenzia entro 30 giorni dalla scadenza del contratto (o di una precedente proroga). Anche in questo caso per i contratti in regime ordinario è richiesto il versamento dell’imposta. Si è, invece, esenti dal versamento in caso di contratto con Cedolare Secca.

Cessione

Nella cessione, il locatore o il conduttore è sostituito nel contratto da un nuovo soggetto ed è necessario versare l’imposta anche in regime di Cedolare Secca. La cessione del contratto avviene ex lege, senza alcun versamento, solo in caso di modifica di una delle parti del contratto di locazione, riconducibile ad eventi estranei alla volontà delle parti. Ciò avviene, ad esempio, in caso di vendita a terzi dell’immobile locato o in caso di decesso del locatore.

Risoluzione

Se il rapporto tra le parti è interrotto prima della sua naturale scadenza si parla di risoluzione del contratto. Essa va comunicata entro 30 giorni dall’evento e l’imposta dovuta è pari alla misura fissa di 67 euro. Ancora una volta, se tutti i locatori optano per la Cedolare Secca, l’imposta non è dovuta.

Indubbiamente tenere a mente tutte le scadenze contrattuali e i vari adempimenti da effettuare non è semplice nella vita frenetica di tutti i giorni e non assolvere a tali obblighi comporta l’addebito di sanzioni più o meno onerose.

Unycasa Mestrino da sempre offre ai suoi clienti un’assistenza concreta per la gestione delle pratiche e di tutta la burocrazia che precede e segue la stipula di un contratto.

Non esitate a contattarci per ulteriori chiarimenti, saremo ben lieti di aiutarvi.

Vorresti diventare un Agente Immobiliare?

Unycasa ricerca persone motivate e intraprendenti interessate alla nostra professione!

Ti aspettiamo per imparare un lavoro dinamico e stimolante.