News

INVESTIRE A TENERIFE

SITUAZIONE GEOPOLITICA

Le Isole Canarie sono parte integrante dello stato spagnolo. La loro autonomia è però molto marcata: nel 1982 è stata costituita la Comunità Autonoma delle Canarie che prevede un governo e un parlamento a cui sono delegate le politiche interne delle isole come la sanità e l’istruzione.

PERCHE’ INVESTIRE

Le ragioni per cui si intraprende un investimento immobiliare sono essenzialmente due.

La prima (per molti risparmiatori, investitori e detentori di un certo patrimonio) è quella di diversificare la tipologia dei propri investimenti, la seconda è quella di raggiungere l’obbiettivo di acquisire una proprietà come seconda casa, casa vacanza o casa dove svernare e/o godersi la pensione o periodi di riposo.

ANALISI GENERALE ANDAMENTO MERCATO IMMOBILIARE

Per questo, soprattutto ai giorni nostri in cui i paesi “competitors” come Egitto e Mar Rosso, Turchia,  Tunisia, Algeria, Marocco, Kenya ed altre destinazioni “a rischio” risultano poco appetibili, le Canarie diventano oggetto d’interesse, specialmente se l’attrattiva è dovuta oltre ai fattori sopra citati pure dai  contesti climatici, ambientali, marini e sub tropicali come anche dalle molteplici opportunità e dalla qualità dei servizi, buone infrastrutture e contenuto costo della vita che queste isole possono offrire.

Come risulta dai dati statistici pubblici in merito all’analisi sull’economia delle Isole Canarie, il settore dell’edilizia e delle costruzioni è stato in questi ultimi tre lustri uno dei motori trainanti del benessere economico di questo arcipelago.
Attualmente lo sviluppo immobiliare ha abbassato il suo ritmo in quanto fisiologicamente non si

poteva mantenere un trend di crescita così sostenuto. Il nuovo trend di alcuni paesi protagonisti dell’economia europea e mondiale  anche a causa del clima geo politico instabile, sta riportando alle Canarie investitori e risparmiatori  “Storici” come i Tedeschi,  Francesi e Anglosassoni ecc. ecc.; sempre stabile e molto “forte” invece la presenza e il volume d’investimento rappresentato dagli Scandinavi (Norvegesi, Svedesi, Finlandesi ecc. ecc.) e dagli Irlandesi ai quali si sono aggiunti negli ultimi anni molti investitori Italiani sia nel campo immobiliare che in quello commerciale attratti da un regime fiscale agevolato.

FISCALITA

Innanzitutto per pagare le tasse alle Canarie bisogna avere la residenza fiscale. Il che significa che è necessario avere qui la propria dimora abituale o trascorrere più di 183 giorni in un anno. Grazie alla convenzione firmata dal governo spagnolo con l’Italia si evita inoltre la doppia tassazione, quindi si pagheranno solo le imposte del Paese in cui si ha la residenza.

SVILUPPO NELL’INTERESSE VERSO LE CANARIE E INVESTIMENTI TECNOLOGICI

Nel contempo nuovi frequentatori e conseguentemente estimatori dell’arcipelago Canario (Gran Canaria e Tenerife in particolare) come i Russi, anche se in questo momento penalizzati da normative interne e dall’embargo per il contenzioso con l’Ucraina, i cittadini dell’ex Unione Sovietica (Ucraina, Bielorussia, Kazakhistan, Tagikistan e Kirghizistan), e i rappresentanti dell’economia emergente (Cina, paesi africani e arabi) stanno investendo e continuano ad investire alle canarie  con entusiasmo in questa zona sub tropicale facente parte dell’Unione Europea e che nel contempo garantisce la presenza e la diffusione capillare dei servizi essenziali quali la sanità, i trasporti e le comunicazioni.

In tutte le isole è assicurata la connessione ad alta velocità ad internet, e il campo per i telefoni cellulari. La fibra ottica e il segnale telefonico 4G ricopre tutti i centri abitati più significativi e quasi tutto il territorio restante. Le Canarie, inoltre, sono il luogo dove confluisce la maggior parte dei cavi sottomarini del mondo, permettendo così un’eccellente comunicazione con Europa, America e Africa.

QUALITA’ DELLA VITA A TENERIFE.

Dimenticatevi dello smog, qui è pressoché inesistente grazie a una politica di preservazione dell’ambiente. La tutela dei cittadini delle Canarie non riguarda solo la salute ma anche la sicurezza. Merito di un sistema di prevenzione e controllo che fa sì che la delinquenza e gli atti violenti siano praticamente inesistenti. L’ottimo livello della qualità della vita è inoltre una prerogativa molto importante ed apprezzata dagli imprenditori ed investitori.

DATI RELATIVI ALLE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI

Gli ultimi dati statistici (fine mese maggio 2018) evidenziano che quasi il 30% degli immobili venduti a Tenerife in questo ultimo trimestre sono stati acquistati da investitori stranieri (tale dato non contempla però gli immobili acquistati, soprattutto per utilizzo come Vivienda Vacacional, da società di diritto Spagnolo con Sede alle Canarie di capitale straniero; quindi il dato è sicuramente superiore) e che l’incremento del valore commerciale delle unità immobiliari si attesta ad un + 9,4 % contemplando l’ultimo anno solare.

 

DOVE SI CONCENTRANO LE COMPRAVENDITE

Gran Canaria  e Tenerife rappresentano i capisaldi storici, sia dal punto di vista turistico che per gli investimenti immobiliari, dovuto ad una consolidata tradizione ma soprattutto (a nostro avviso, particolare spesso dimenticato) per la particolarità di queste isole : cadauna annovera circa 100 microclimi diversi e svariati contesti urbanistici, a Gran Canaria e Tenerife è quindi facile trovare la soluzione adatta alle proprie esigenze.

Il mercato invece si distingue in quanto Tenerife è più “commerciale” (complice anche la politica di incoming “Low Cost”) e molte volte con aspetti speculativi (fattore positivo se gestito con oculatezza) e offre maggiori opportunità a costi (in certe zone e contesti) più contenuti con esclusione di alcune zone più blasonate o di quelle dedicate ai VIP, di chi pratica sport elitari e agli amanti del lusso nelle quali sono stata anche implementati tutti i servizi correlati a questo mondo. Al Nord troviamo Puerto de La Cruz lussureggiante cittadina affacciata sull’oceano con bellissime passeggiate già conosciuta ai primi del ‘900 per il suo clima con una escursione che va dai 15° minimo nelle ore notturne ad un max di 30° praticamente per tutto l’anno mentre al Sud dagli anni 70 si sono realizzate strutture alberghiere e complessi ricettivi in località come Las Americas, Los Cristianos, Adeje etc. dove, vista la ridotta distanza dalle coste africane, la temperatura è di alcuni gradi superiore al Nord determinando  un afflusso turistico molto importante portando però contestualmente ad un incremento dei costi sia in ambito immobiliare che nelle spese correnti.

In questi ultimi 2 anni si è registrato un incremento (+4,7%) delle presenze al Nord ed un decremento (-3,7%) al Sud.

INDICAZIONI SUI RENDIMENTI IMMOBILIARI

 I dati raccolti, anche presso l’Associazione imprenditori della gestione immobiliare per le Canarie, indicano che l’incremento del valore patrimoniale di un immobile a Tenerife oscilla mediamente intorno al 7%.

Il trend medio di redditività di un immobile derivante dal rendere disponibile lo stesso per gli affitti a medio/lungo termine si attesta tra il 5,5 e 7 %; dipende dalle caratteristiche, dall’ubicazione e contesto in cui lo stesso è inserito; per gli affitti turistici (Vivienda Vacacional) il rendimento può verosimilmente salire tra l’8 e il 10%.  

Questi i due dati distinti e scorporati; se vogliamo invece fare un ragionamento complessivo, possiamo dire che un immobile alle canarie (poi bisognerà fare dei distinguo in merito all’isola e alla zona in cui si acquista) ha una resa complessiva (messa a reddito + rivalutazione) annua di circa il 12 %.

IMPOSIZIONE FISCALE

In merito all’imposizione fiscale, sinteticamente, l’imposta di trasmissione patrimoniale per una casa di seconda mano è del 6,5% e per un immobile di nuova realizzazione è pari al 7%.

DOVE CONVIENE INVESTIRE

Questo va fatto con oculatezza per questi principali motivi:

–       Scegliere zone, contesti ambientali ed urbanistici che siano soggetti a continua rivalutazione e/o di futuro sviluppo in modo da veder incrementare il valore degli immobili acquisiti sia in funzione di una eventuale speculazione / rivendita che dell’incremento del canone di locazione.

– Valutare e scegliere tra le opzioni disponibili sul mercato in funzione delle norme e disposizioni di legge in vigore
Guadagnare ed avere una rendita dai propri investimenti immobiliari è una delle motivazioni principali (unitamente al clima ed al contesto ambientale) che spinge molti investitori, sia piccoli che grandi, ad investire alle canarie nel comparto immobiliare.
A Tenerife per effetto della grande richiesta di soluzioni d’investimento in funzione della messa a reddito tramite affitti turistici e destinazione degli immobili a tale uso, sono aumentate di molto le richieste di affitto a medio e lungo termine (soprattutto da parte di pensionati e nuovi residenti) per cui in quest’ultimo segmento di mercato risulta essere maggiore la domanda che l’offerta.

COLLEGAMENTI AEREI E TRASPORTI URBANI E INTERURBANI

Allo stesso tempo a Tenerife risaltano i due aeroporti internazionali ,uno al sud e uno al nord,che registrano il maggior incremento di passeggeri e aeronavi del territorio spagnolo. Si conta che nel solo 2018 siano stati 39 milioni i visitatori arrivati nelle quattro isole principali a dimostrazione di quanto l’arcipelago spagnolo sia tra le mete preferite dal turismo internazionale
L’isola è dotata di un ottimo servizio di collegamenti tramite autobus di ultima generazione e nei principali centri urbani il trasporto pubblico è molto funzionale,permettendo anche a chi non possiede un autoveicolo di spostarsi tranquillamente senza difficoltà.